Le alghe marine sono un alimento prezioso che viene ancora poco considerato in occidente , sono ricche di sostanze benefiche ed è importante conoscerle meglio . In commercio possiamo trovare abbastanza facilmente vari tipi di alghe e creare deliziosi e salutari piatti , come insalate e zuppe . Sono molto utilizzate in tutta l’Asia fin dai tempi antichi , amate per il loro apporto di benessere e sostanze antiossidanti , sali minerali , vitamine . Contengono molta clorofilla , sostanza dalle proprietà benefiche straordinarie , una vera e propria rigeneratrice cellulare . Esistono alghe verdi , che crescono a bassa profondità , alghe brune che crescono a media profondità e alghe rosse che crescono in zone marine molto profonde .

Le alghe marine: proprietà benefiche e nutrizionali

Sono una ricchissima fonte di iodio , minerale importantissimo per il buon funzionamento della tiroide e per stimolare il metabolismo corporeo . Recenti studi hanno dimostrato che lo iodio ha anche una funzione antiossidante e protettiva nei confronti dell’apparato cardiovascolare da malattie causate dall’ipercolesterolemia come l’aterosclerosi ed ipertensione . La carenza di iodio nel feto e nei bambino puo’ causare ritardi nella crescita e cretinismo , durante l’età adulta puo’ causare stanchezza cronica, depressione e calvizie precoce .La carenza di iodio al giorno d’oggi è rara , da quando viene utilizzato  il sale iodiato in cucina.  Oltre allo iodio sono anche un’ottima fonte di altri sali minerali preziosi per la nostra salute come magnesio , calcio , rame , potassio , ferro , sodio , zinco e fosforo .

Le alghe contengono in oltre una quantità di proteine superiore a molte verdure di terra , hanno pochissimi grassi e sono ricche di vitamine  , sopratutto vitamina A ,K e gruppo B. Alcuni tipi di alghe , come ad esempio l’alga Nori , contengono una buona quantità di vitamina B12 , in forma biodisponibile ed attiva .

Hanno un’azione disintossicante , aiutano l’organismo a distruggere le tossine dei metalli pesanti e sostanze tossiche che possiamo assimilare con l’alimentazione .

 

Tipi di alghe commestibili

Alga Nori

L’alga Nori , abitualmente usata nella cucina giapponese , è un’alga rossa che cresce prosperosa in tutti i mari del mondo . E’ ricca di vitamina A e aiuta lo stomaco a digerire i grassi . Viene quasi sempre usata in abbinamento a carne e pesce , arrotolata. E’ dal diciottesimo secolo coltivata nei mari del Giappone e della Corea del Nord , coltivazioni che si sono ampliamente sviluppate , vista la sempre crescente richiesta di questo alimento ricco di sostanze nutrienti e benefiche .

Reperti storici hanno confermato che queste alghe sono state fonte di sostentamento per tutte le popolazioni indigene che vivevano in Alaska, Canada,Hawaii ,Nuova Zelanda e gran parte dell’arcipelago britannico .

Oltre ad un’alta percentuale di vitamina A (sotto la forma di beta carotene) contengono il 25%-40% di proteine , molto iodio e sali minerali . Sono anche ricche di acido folico (essenziale per lo sviluppo in salute del feto) e dell’amminoacido arginina , essenziale per i bambini durante la crescita . La vitamina C , dopo l’essiccazione si riduce notevolmente , essendo termolabile , ma in origine ne contengono una quantità leggermente superiore alle arance .

Alga Kombu

L’alga Kombu , conosciuta anche come Kelp , è molto utilizzata nella cucina di tutto il Giappone e Asia orientale . E’ ricchissima di iodio ,per questo motivo va utilizzata con cautela e moderazione , in quanto dosi eccessive di questo minerale possono causare ipertiroidismo .E’ impiegata sopratutto per rendere gustose le zuppe , minestre e pietanze perchè contengono un alta percentuale di acido glutammico da cui si ricava il glutammato monosodico , potente esaltatore di sapidità , che in relazione con i recettori del gusto produce il famoso quinto sapore , l’Umami

Gli integratori di alga kombu sono molto utilizzati in Oriente per sopperire alla carenza di iodio e aumentare il metabolismo per dimagrire ma visto il largo utilizzo di sale iodato , le carenze di iodio sono rare e devono  sempre essere diagnosticate dal medico . Un sovradosaggio di iodio infatti puo’ stimolare in modo errato la tiroide e causare ipertiroidismo , tremori , irritabilità , tachicardia , insonnia e ipertensione arteriosa . per questo motivo è sconsigliato utilizzare integratori o alga kombu durante la gravidanza ed allattamento , in bambini sotto i 12 anni e in cardiopatici o ipertesi .

L’alga Kombu ha la proprieta’ in oltre di ammorbidire gli alimenti con cui viene cucinata , è molto saziante ,  depura l’intestino e migliora i movimenti intestinali .

Alga Hijiki o Hiziki

L’alga Hijiki o Hiziki è un’alga bruna dei mari giapponesi . E’ formata da foglie di forma a cilindro , che ricordano rametti secchi ma quando viene cucinata aumenta molto di volume . E’ molto utilizzata nella cucina vegetariana e vegana , contiene un’alta percentuale di proteine e sali minerali , soprattutto è ricca di calcio e per questo motivo in Giappone viene consumata , come rimedio tradizionale , per rafforzare unghie e capelli .

Ha effetti depurativi , rigeneranti e cicatrizzanti . In oltre è un ottimo alleato per abbassare i livelli di colesterolo cattivo e mantenere equilibrato il livello glicemico . Contiene molto iodio , è quindi sconsigliata per le persone che soffrono di ipertiroidismo , ipertensione , cardiopatie e disturbi del sonno.

Prima di consumarla è necessario metterla in ammollo in acqua fredda per circa 10 minuti , per permettere la reidratazione ; in questa fase il suo volume aumenta di ben 5 volte , quindi è meglio saperlo in anticipo per non esagerare con le quantità . Ha un sapore forte , di mare , non serve affatto aggiungere sale perchè è già molto saporita . Puo’ esser consumata cruda e fresca , in insalata , saltata in padella o aggiunta a minestre e zuppe , pasta e riso .

Alga Dulse

L’alga Dulse è originaria dell‘oceano Atlantico e a differenza delle altre alghe contiene un alta percentuale di ferro . E’   molto utilizzata fin dai tempi remoti , dalle popolazioni del Canada e del Nord Europa . E’ necessario metterla in ammollo e dopo consumata cruda in insalata oppure aggiunta a pietanze di verdura e zuppe ai cereali .

Alga Wakame

L’alga Wakame è di color scuro originaria del Giappone che presenta nella parte interna della foglia una nervatura mucillaginosa , che ha la facoltà di ammorbidire gli alimenti con cui viene cucinata . Ha le proprietà simili all’alga Kombu e si lega bene con riso , pesce , tofu ,zuppe , pasta e verdura . E’ molto saporita perché ricca di acido glutammico ,che esalta i sapori . E’ depurativa per l’intestino  migliora i movimenti intestinali .